loading

Dopo la tempesta di vento, si contano i danni. Metapontino in ginocchio

E' stato un fine settimana molto difficile per i tanti agricoltori lucani che si sono trovati a fronteggiare, oltre che il freddo, il forte vento che ha sferzato gran parte del Sud Italia.

I repentini cambi di temperatura e le forti raffiche hanno seriamente danneggiato le strutture produttive (serre e capannoni) del nostro territorio. Destano preoccupazione  gli alberi da frutto (albicocche, pesche, susine, ciliege e mandorle) in fiore e la campagna delle fragole.

La situazione è aggravata sia dai ritardi negli aiuti che la Regione dovrebbe fornire e che arriveranno con il Programma di Sviluppo Rurale, alimentato dallo Stato centrale a causa della frequenza degli eventi meteorologici avversi che obbligano ad un maggior sostegno economico, sia dagli atti criminosi che si verificano a Scanzano Jonico e che si aggiungono alle difficoltà degli agricoltori.

Reportage

26 febbraio 2019

Sono uno studente di Informatica e Comunicazione Digitale. Appassionato di meteorologia fin da quando ero bambino, ho iniziato ad approfondire questa materia dal 14 Dicembre 2007, giorno di una importante nevicata su Matera.

Grazie al forum MeteoNetwork ed alle mie competenze informatiche riesco a ritagliarmi un piccolo spazio sul web con Meteo Murgia prima e con l'Associazione Meteo Basilicata poi, fino al 2012, quando decido di aprire questo portale (all'epoca Materiamo Meteo)