MENU

Possibili fiocchi a Matera nella nottata di Martedì e forte vento


Aggiornamenti

11 marzo 2019

Torna il freddo sulle Adriatiche e si ripresenta nella maniera più irruenta possibile, interrompendo un lungo periodo anticiclonico che ha visto, finora, temperature anche superiori ai 21°C nel capoluogo di provincia. La città dei Sassi, così come gran parte del Materano e del Metapontino, non vede piovere dal 3 Marzo e registra temperature massime superiori ai 13°C ormai dal 26 Febbraio.

Da stasera (Lunedì 11 Marzo 2019) il tempo cambierà rapidamente con venti in rotazione da Nord per l'arrivo di aria fredda e conseguenti precipitazioni già dalla serata. Tali precipitazioni si protrarranno, a intervalli, fino a domani mattina quando è previsto un rapido miglioramento. Dunque un peggioramento notturno che ha di particolare l'arrivo di aria più fredda ed a tal proposito non sarà impossibile vedere qualche fiocco di neve.

Nella prima parte della nottata, tra l'1 e le 4, le temperature saranno ancora troppo alte, nonostante raffiche di vento che potranno superare i 60-70km/h. La quota neve si attesterà verosimilmente sui 5-600 metri con sconfinamenti a quote più basse in caso di precipitazioni più violente.

Nella seconda parte della nottata, tra le 4 e le 7, le temperature subiranno un nuovo calo e le precipitazioni proveniente dall'Adriatico (ASE, Adriatic Snow Effect - Effetto neve dell'Adriatico), permetteranno fenomeni localmente più intensi a carattere di gragnola sotto i 4-500 metri di quota e di neve sulle colline più alte.

Non si esclude, dunque, che anche Matera e provincia, specie la fascia occidientale più vicina all'Appennino, possano vedere la neve. Tuttavia non sono previsti accumuli a quote inferiori ai 4-500 metri e dunque non c'è alcun rischio di disagi legati alla neve ed al ghiaccio per Martedì mattina.

Disagi che però potrebbero provenire dal forte vento che sferzerà la nostra regione per gran parte della giornata. venti previsti sopra i 40-50km/h con raffiche, come detto, fin sopra i 70km/h. Pertanto si raccomanda la massima prudenza per la possibile caduta di rami ed alberi.