loading

Vento forte in arrivo: i comportamenti da tenere per evitare guai

Come la neve, i forti temporali e il gran caldo, anche il vento  è uno di quei fenomeni atmosferici che può rivelarsi pericoloso o addirittura distruttivo per l'uomo.

Certo, alle nostre latitudini è raro che si sviluppino uragani (i cosidetti Medicane, uragani del Mediterraneo) o tornadi, ma sono sempre più frequenti trombe d'aria e condizioni di maltempo accompagnate da forti raffiche. 

Per questo motivo abbiamo ritenuto giusto elencare i comportamenti da tenere in caso di forte vento:

  1. Nel caso ci si trovi all'aperto, ovviamente i rischi sono molto superiori. Bisogna quindi stare attenti a rimanere riparati in zone non troppo esposte e di essere vigili sui piccoli oggetti che possono raggiungerci a grande velocità come piccoli rami di alberi caduti, vasi o tegole.
  2. Le aree verdi sono sicuramente una delle zone sconsigliate nei momenti in cui il vento è più impetuoso. Gli alberi, infatti, sono uno dei principali pericoli quando il vento raggiunge velocità superiori ai 50-100km/h. Alla caduta di rami di grosse dimensioni o di interi tronchi, sono dovute le maggiori vittime per vento forte.
  3. Non prendere la moto se non necessario. I mezzi a due ruote sono difficilmente gestibili in situazioni in cui il vento è particolarmente intenso. Una raffica improvvisa può compromettere l'equilibrio del mezzo e causare un incidente.
  4. Non sostare o avvicinarsi a camion, tir o mezzi pesanti e voluminosi. Molto spesso, specie quando vuoti, i mezzi particolarmente voluminosi non riesco a reggere alla furia del vento e, a causa del baricentro troppo alto, se vuoti, finiscono per ribaltarsi.
  5. Se si è in casa i rischi sono decisamente minori, ma occorre prevenire possibili danni. E' improtante che i balconi vengano liberati da oggetti che potrebbero facilmente cadere come stendini, vasi, antenne non fisse o coperture provvisorie. Nel caso il vento sia particolarmente e la propria abitazione è posta a pian terreno o primo piano, è consigliabile abbassare le tapparelle evitando così possibili danni alle finestre.

Curiosità

11 marzo 2019

Sono uno studente di Informatica e Comunicazione Digitale. Appassionato di meteorologia fin da quando ero bambino, ho iniziato ad approfondire questa materia dal 14 Dicembre 2007, giorno di una importante nevicata su Matera.

Grazie al forum MeteoNetwork ed alle mie competenze informatiche riesco a ritagliarmi un piccolo spazio sul web con Meteo Murgia prima e con l'Associazione Meteo Basilicata poi, fino al 2012, quando decido di aprire questo portale (all'epoca Materiamo Meteo)