loading

MENU

Le previsioni per Pasqua e Pasquetta 2018, tra instabilità, fresco e bel tempo


Aggiornamenti

30 marzo 2018

Mancano ormai meno i 72 ore a Pasqua e Pasquetta e nell'augurarvi delle buone vacanze, andiamo a capire cosa succederà nel periodo suddetto, sperando di non confermare quella regola non scritta che puntualmente consente il trascorrere di una Pasqua sereno ed una Pasquetta molto instabile e piovosa. 

Scherzi a parte, entriamo nel vivo della previsione partendo dal tempo atmosferico: Il week-end in arrivo sarà protagonista del passaggio di una profonda depressione che dall'Atlantico scorrerà (da Ovest verso Est) non sul Mediterraneo ma sull'Europa Centrale, coinvolgendo maggiormente le regioni Settentrionali e Tirreniche. Il passaggio di una depressione così a Nord rispetto a quelle precedenti (che si tuffavano nel Mediterraneo Centrale portandoci Scirocco e pioggia), permette al fronte Adriatico di essere un po' più coperto dal peggioramento atmosferico che queste basse pressioni si portano dietro.

Le tempistiche di evoluzione di questo passaggio vanno da Venerdì (oggi) a Domenica, giorno di Pasqua, durante il quale ci sarà comunque già un graduale miglioramento su tutto il paese e le piogge saranno già insistentemente cadute sul lato Tirrenico. Il focus sul Materano ci permette di capire come il nostro territorio, nella giornata di Pasqua, sarà molto al di fuori dalle zone dove la pioggia cadrà più decisa, ma non sarà comunque esente da precipitazioni sporadiche e isolate nel corso delle 24 ore domenicali. A Pasquetta, visto il passaggio ormai avvenuto delle figure che abbiamo precedentemente descritto, il sole potrà regnare incontrastato nel cielo, fatta salva qualche nube alta totalmente innocua in termini i precipitazioni.

La situazione a livello termico vede un sostanziale cambiamento delle temperature. Se i valori attuali si stanno attestando intorno ai 20°C di massima a causa dei venti da Sud che portano calore sull'Italia, il passaggio della depressione tra Venerdì e Domenica, porterà il freddo del Nord Europa a scendere verso l'Italia portandola nuovamente in un clima tardo invernale (scongiuriamo, però, ogni rischio legato alla neve). Dunque, dalla mattinata di Pasqua, aria nuova su Matera e provincia, più fresca di 5-10°C con valori minimi nuovamente vicini ai valori registrati qualche giorno fa e massime di poco superiori ai 10°C