Attendi il caricamento o clicca qui

CLOSE x

Nuovo maltempo con freddo: questa volta Sud Italia maggiormente colpito

Apriamo l’editoriale dandovi notizie autunnali, quell’autunno che tanto abbiamo proclamato e che mai è arrivato tranne la breve parentesi illusoria di settembre poi il nulla. Adesso si puo’ parlare di autunno e, come il tempo sta dimostrando con le piogge che hanno investito dal week end scorso da nord a sud l’italia, le prospettive sembrano andare in quella direzione e verso una prosecuzione autunnale in grande stile, con qualche parentesi anche fredda. Certo le pause anticicloniche ci saranno come è nella norma ma saranno solo intervalli tra un cambio di circolazione e l’altro. Adesso prendiamo cio’ che di buono il tempo ci dà e non scordiamoci che veniamo da una annata tra le  peggiori di tutte in termini di criticità idrica; la neve e la pioggia, anche continuando nel tempo non potrà stoppare del tutto l’emergenza in quanto servirebbero piogge di questo tipo per più mesi (i modelli ci lasciano positivi per il futuro invernale), ma aiuterebbero comunque ad alleviare e rimpinguare le falde acquifere.

IN ITALIA

Veniamo da una parentesi di maltempo che è stata omogenea da nord a sud per l’italia; adesso questo vortice sta perdendo vigore e come possiamo vedere dal satellite, in molte località il tempo’ è tornato stabile, in altre c'è ancora instabilità. Adesso ci attende un nuovo e deciso peggioramento, ma questa volta saranno piu’ coinvolte le regioni centro meridionali; già dalla giornata di domani la discesa di aria fredda proveniente dalla Francia darà nuova energia al precedente vortice ciclonico, creando cosi i presupposti per un nuovo peggioramento che in alcuni casi risulterà violento specie sulle zone joniche e del sud Italia.

ATTENZIONE: Ci sono i presupposti per una lunga fase di maltempo e tale peggioramento di metà settimana non sarà isolato in quanto da domenica potrebbe intervenire una nuova fase perturbata ed anche piu’ fredda (ma ci ritorneremo).

In generale riassumendo, i prossimi tre giorni ci attende giovedi l’arrivo del nuovo peggioramento con la discesa di aria fredda dalla Francia e prime precipitazioni sul centro-nord, fascia tirrenica e ulteriori nevicate sulle Alpi, specie occidentali con discesa ulteriore della quota neve. Il resto della penisola e specie il sud vivrà una giornata di attesa con tempo soleggiato e temperature che non subiranno variazioni. Venerdi  sarà una giornata di intenso maltempo sul sud Italia in particolare in zone della fascia jonica dove sarà alto il rischio temporali e nubifragi; piogge anche sul centro Italia, piu’ asciutto il settentrione.

Google Plus

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati

Ultimi articoli

Non ci sono altri articoli