Attendi il caricamento o clicca qui

CLOSE x

Fase mite alle porte, ma durerà pochissimo. Calo termico nel week-end

Siamo alla fine di questa breve e fugace sventagliata fresca che ci ha fatto ricordare cos’è e come è fatta la stagione autunnale, poiché stiamo vivendo si puo’ dire un “non autunno” se escludiamo alcune fasi avute nel mese di settembre. Adesso si rischia che il mese di ottobre passi come uno dei mesi piu’ siccitosi e caldi in assoluto. Quest’autunno quindi prosegue con un andamento fin troppo bizzarro, prima una fase tardo estiva con valori ben al di sopra della norma e duraturi poi cambio repentino con breve fase fresca, per non dire fredda, con rientro dei valori di temperatura nella norma e qualche pioggia che di sicuro non ha fatto rientrare il problema siccità. Ci attende però una nuova fase con ritorno dell’alta pressione e del clima tardo estivo e prosecuzione della siccità; insomma una stagione che tutto sta mostrando, tranne che consegnarci le tanto attese piogge che mai come quest’anno servono in vista della stagione invernale. Da sottolineare che nel week end, ma ne riparleremo, è attesa una nuova fase di stampo simil invernale con un impulso d’aria fredda dal nord Europa.

IN ITALIA

Siamo ormai prossimi a lasciarci alle spalle questa veloce sfuriata fresca, con poche piogge, che hanno bagnato il nostro paese e dalla giornata di domani, dobbiamo registrare un avanzamento verso ovest dell’Anticiclone con a suo carico aria d’origine nord -africana che farà schizzare le temperature verso valori da tarda estate. Ci si attende un generale miglioramento del tempo anche sull’estremo sud dove resistevano ancora delle incertezze legate al precedente vortice in allontanamento verso la Grecia. Le temperature aumenteranno ulteriormente per effetto dell’avanzata dell’aria calda da ovest, quindi bel tempo con nebbie sulla pianura padana date dalla differenza del gradiente termico giorno (caldo) notte (freddo); venerdì sarà una giornata simile alla precedente mentre sul finire della settimana si potrebbe avere un cambiamento con cedimento dell’Anticiclone e un peggioramento del tempo specie sulla fascia adriatica con un sensibile calo delle temperature, ma di questo ne riparleremo nel prossimo editoriale di sabato.

Google Plus

Articoli correlati

Non ci sono articoli correlati

Ultimi articoli

Non ci sono altri articoli