loading

MENU

Giornata del Clima: le 5 piccole azioni quotidiane per cambiare il mondo


Curiosità

15 marzo 2019

Domina le prime pagine di tutti i siti di notizie e di tutti i giornali: oggi è la giornata globale del Clima. Mobilitazioni studentesche e non, manifestazioni, opere di sensibilizzazione e tanto altro, tutto per un obiettivo comune: sostenere le cause che vorrebbero un mondo senza crisi climatica e senza riscaldamento globale.

#Fridaysforfuture è l'hashtag lanciato da Greta Thunberg, studentessa 16enne candidata al nobel per la pace per le sue proteste (ogni Venerdì) davanti al parlamento svedese per chiedere provvedimenti in favore del clima. Oggi la protesta diventa mondiale e noi di Matera Meteo, nel nostro piccolo, vogliamo ricordare che le piccole azioni, specie se fatte in tanti, possono aiutare a cambiare il mondo più di qualunque altro tipo di cosa.

Ecco quindi 5 piccole azioni che si possono fin da subito mettere in pratica in favore del clima:

  • RISPARMIARE ENERGIA
    E' forse il punto più importante. Stai valutando l'acquisto di un nuovo elettrodomestico? Non sottovalutare la classe energetica. Una buona classe energetica può aiutare il pianeta ed il portafogli. Inoltre è importante cambiare tutte le lampadine con quelle a basso consumo. Se prima bisognava aspettare un po' di tempo prima che si riscaldassero e facessero abbastanza luce, adesso la tecnologia ci permette di avere luminosità pari a quella delle lampadine tradizionali. Non ci sono più scuse.
    Particolare attenzione anche ai piccoli led del televisore o del PC. E' sempre bene preferire l'arresto del sistema allo standby.
  • NON SPRECARE IL CIBO
    Molti si interrogano su come riuscirà il pianeta, tra qualche decina d'anni, a soddisfare le richieste alimentari di 10 miliardi di persone. La risposta è nella rivalutazione di alcune scelte quotidiane che ogni giorni influenzano la produzione di cibo mondiale. Circa 1/3 degli alimenti, infatti, finisce in discarica. Per ridurre drasticamente questo numero basterebbe iniziare a pensare bene a come fare la spesa, avere una dieta ben precisa e comprare prodotti solo quando si ha la necessità. Importante è anche ridurre il consumo di carne rossa (per ridurre l'allevamento intensivo che provoca le deforestazioni) e affidarsi a frutta e verdura, sane per il nostro corpo e ad impatto ambientale zero.
  • USARE I MEZZI PUBBLICI E ANDARE A PIEDI
    Chi di noi non ha mai preso la macchina per andare a pochi metri da casa? Chi di noi non sa nemmeno quali siano i pullman che ogni giorno circolano tra le strade cittadine? L'auto è una delle invenzioni più incredibile del secolo scorso, ma è una comodità sempre più sostituibile e, tutto sommato, anche costosa. 
  • FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E NON BUTTARE LE CARTE A TERRA
    Certo, magari il nostro comune non è ancora ben attrezzato e spesso la carta, la plastica, l'umido e l'indifferenziato finiscono nello stesso bidone, così come non è facile trovare cestini vuoti in giro per la città, ma questa non dev'essere una scusa. Il futuro è nel riciclaggio e abituarsi a differenziare i rifiuti è fondamentale per farsi trovare preparati ai cambiamenti già in atto. Riutilizzare invece di distruggere, consente di diminuire le emissioni di gas serra dovute all'incenerimento dei rifiuti.
  • RIDURRE IL CONSUMO DELLA PLASTICA
    Se siete tra i tanti che si sono indignati per il costo dell buste di plastica al supermercato, allora è ora di passare alla cara vecchia stoffa. Ormai le shopper sono in vendita ovunque e, oltre ad essere più resistenti e capienti, sono riutilizzabili. Ma il mondo della plastica non si ferma alle buste della spesa: dagli spazzolini (ne esistono in legno) alle bottiglie di vetro.