loading

MENU

Punte di 40 gradi dal weekend. Italia nella canicola shaariana


Previsioni Periodiche

07 luglio 2017

Luca Nicoletti

Abbiamo abbandonato ormai il ricordo di refrigerio dei giorni precedenti e siamo entrati nel pieno della fase calda,ma cio' che ci preme sottolineare che non siamo ancora entrati nel vivo del caldo afoso che si appresta ad arrivare sopratutto all'inizio settimana. Andando con ordine scopriamo il tempo che ci aspetta in questo week ene e inizio settimana.

IN ITALIA

Il caldo ha conquistato l'italia intera,da nord a sud si registrano temperature superiori alla norma e molti di noi si domandano quando finirà questa monotonia e questa condizione di disagio? Dobbiamo ancora una volta registrare la prosecuzione di questa fase calda. I modelli rincarano la dose per l'inizio settimana dove in alcune località sopratutto del sud italia e sicilia potrebbero battersi dei record con punte che sfioreranno i 40 gradi e piu' con afa associata. Una piccola via d'uscita sembra intravedersi dal 13-14 luglio e quindi metà mese ma è ancora prematuro parlarne,quindi dovremo sopportare e portare pazienza ancora per un po' di giorni.

Il tempo per la giornata di sabato vede un rincaro di dose di caldo con temperature che saranno in ulteriore aumento e punte che arriveranno a toccare i 40 gradi. Cenni di afa e umidità che si affacceranno al sud,sopratutto nelle aree interne dove il vento di terra,  rispetto al vento di mare che mitiga un po' di piu' le temperaure, renderà l'aria rovente. Per domenica si andrà sulla falsa riga del giorno precedente con la sola eccezione del nord italia e aree della val padane dove potrebbero registrarsi dei temporali a causa di infiltrazioni umide e fresche oceaniche provenienti da ovest, mentre per quando riguarda il sud e parte del centro il caldo e la canicola shaariana andranno sempre piu' conosolidandosi rendendo le giornate e la notte disagevoli per il nostro corpo. Quindi noi di MATERA METEO sconsigliamo l'esposizione al sole sopratutto nelle ore diurne e di seguire le solite raccomandazioni in caso di emergenza caldo.