loading

MENU

Inverno, fine prima parte: si ritorna sopra lo zero dopo il gelo e la neve


Previsioni Periodiche

10 gennaio 2017

Siamo in una situazione che vede l’Italia ormai in mezzo a due tipi di circolazioni diverse. Siamo giunti quasi alla fine di un evento che potremmo definire "storico", sia per quanto riguarda la portata del freddo che per le precipitazioni nevose avute. Nonostante la complessità e le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare per tenervi sempre informati sulla situazione (che ricordo, in presenza di situazioni del genere, è sempre molto difficile descrivere con precisione nei vari dettagli), speriamo di essere riusciti a tenervi aggiornati costantemente con l’incessante lavoro del responsabile (Filippo Tuzio) e di chi fa parte di questo portale.

Veniamo a noi e quello che si prospetta nel prosieguo della settimana ovvero fino a Venerdi.

IN ITALIA

Dicevamo che la nostra penisiola è, in queste ore, alle prese con un nocciolo gelido con il suo core principale sui Balcani che in moto retrogado sta risalendo e interessando le aree precedentemente colpite, ma questa volta coinvolgendo, seppur con deboli nevicate, anche le zone del Nord Italia. Sulla parte ovest troviamo la discesa di aria più umida che in contrasto con quella fredda, sta arrecando un peggiormento del tempo. Il tempo al Sud italia andrà migliorando seppur in un contesto ancora assai freddo ma con valori termici tendenti all’aumento; aumento termico che toccherà il suo apice nella giornata di Venerdi con richiamo di venti di libeccio, campanello d'allarme per l'arrivo di un’altra possibile discesa di aria fredda.

A MATERA

La nostra città è stata interessata da tormente di neve che l'hanno rivestita di un bellissimo manto bianco per la gioia dei bimbi, dei turisti e dei fotografi della città,pur con qualche disagio a causa dell’evento che ci ha interessato. Oggi (10/01) la situazione andrà migliorando pur mantendo temperature da gelo almeno fino alla mattinata di mercoledi. La giornata di giovedi risulterà una giornata di transizione tra un periodo di gelo e neve e la successiva giornata che vedrà l’attivarsi di libeccio che farà schizzare i valori delle temperatura fino 15 gradi più in alto rispetto alle precedenti registrate nel periodo nevoso. Avremo valori che si riporteranno tra i 7 e 8 di massima e 2/3 di minima. Questo sarà segno di un’altra irruzione di aria fredda,che potrebbe interessarci dalla prossima settimana. Evidenziamo il potrebbe, poiché non vogliamo creare falsi allarmismi in quanto per definire una previsone con il minimo margine d'errore abbiamo bisogno di ulteriori conferme e aggiornamenti. Per adesso ci fermiamo qui augurando una buona settimana a tutti.