loading

MENU

Gli accumuli di neve dal 5 Gennaio al 10 Gennaio 2017 sulla città di Matera


Reportage

10 gennaio 2017

Filippo Tuzio

Si è concluso da poche ore l'evento nevoso e freddo più influente degli ultimi decenni sulla città di Matera. Una irruzione fredda che ha portato le temperature al di sotto dello zero di parecchi gradi, ma soprattutto ha portato tanta neve specie nei giorni dell'Epifania e del 7 Gennaio. 

Riassumendo l'evento da un punto di vista prettamente nevoso, la dama bianca è caduta già dalla mattina di Giovedì 5 quando, improvvisamente, la temperature si è abbassata fino a 1°C ed ha permesso la comparsa di fiocchi non previsti. Prima che girasse nuovamente a pioggia nel primo pomeriggio, quell'intenso primo rovescio ha portato i primi 2cm di neve sulla città creando i primi disagi, ma si può dire che il successivo aumento termico e la pausa di precipitazioni durata la sera del 5 e buona parte della notte del 6, abbiano praticamente annullato questo primo accumulo.

La notte successiva, quella dell'Epifania, ha visto un ritardo nell'ingresso delle precipitazioni che sono arrivate sulla città di Matera alle 4.45 in maniera molto molto intensa. E' stata questa la prima fase bianca per la città accompagnata da temperature sottozero. Durata circa 2 ore e accompagnata da nuovi rovesci ad intermittenza nella mattinata, la bufera si è ripresentata per due volte nel corso dell'Epifania, ovvero nel pomeriggio e nella sera portando l'accumulo giornaliero intorno ai 25-30cm di neve.

La giornata di Sabato 7 Gennaio 2017 non è stata da meno. Pur presentando maggiori schiarite rispetto alla precedente, ha portato la colonnina di mercurio fino alla minima di 6.2°C registrata alle 6:45 e alle 16:05. Proprio quest'ultima registrazione coincide con l'evento più intenso di neve della giornata che porterà l'accumulo totale ad aggiungere 8-12cm a quelli già caduti.

Nella giornata di Domenica si è vissuta una pausa precipitativa in cui le temperature hanno sfiorato lo zero per poi riscendere fino a -3.6°C. In questa giornata si può dire che la neve non si sia sciolta se non nelle zone in cui i mezzi di soccorso hanno provvidenzialmente liberato la strada dal ghiaccio tramite lo spargimetno del sale.

Infine, la giornata del 9 Gennaio 2017, Lunedì, ha apportato, per concludere, altri 3-4cm grazie ai rovesci di neve arrivati nella serata. C'è da dire, però, che tale quantità non va matematicamente sommata a quelle precedenti poiché nella mattinata dello stesso giorno le temperature hanno superato i +2°C consentendo a parte della neve accumulata di sciogliersi. 

In conclusione, dunque, si può dire che Matera città abbia accumulato:

2cm - Giovedì 5 Gennaio 2017 (Mattina), poi sciolti con la pioggia pomeridiana
38-42cm - Venerdì 6 Gennaio 2017 (30cm), Sabato 7 Gennaio 2017 (8-12cm)
4cm - Lunedì 9 Gennaio 2017, Domenica 10 Gennaio 2017 (notte)

Il totale segna circa 44-48cm di neve caduta ma il picco di neve vista a Matera rientra nei 38-42cm caduti tra Venerdì e Sabato quando la temperatura è rimasta sempre sottozero. 

Per finire, in alcune zone dei rioni Sassi abbiamo registrato punte di 50-60cm da etichettare come "accumulo eolico". L'accumulo eolico è quell'accumulo che, per via dell'azione del vento che trasporta i fiocchi in alcuni specifici luoghi della città, assume proporzioni maggiori. Tale accumulo non può essere definito quello ufficiale perché la quantità di neve caduta si misura in condizioni di calma di vento e caduta di fiocchi più o meno verticale. Le nostre misurazioni, infatti, riguardano luoghi protetti dalle abitazioni circostanti ma comunque esposti alle precipitazioni.