loading

MENU

Il punto sulla perturbazione di ieri


Aggiornamenti

01 novembre 2012

Nel corso degli ultimi giorni, abbiamo spiegato come una forte perturbazione avrebbe colpito tutta Italia nella giornata di Mercoledì (ieri) grazie al passaggio di un ciclone, come pochi se ne sono visti nel 2012, fino ad oggi. E dunque, siamo al primo di Novembre e del miscuglio esplosivo di pioggia e vento che ieri ha colpito con forza la città di Matera, ci rimangono i dati delle stazioni meteo installate sul territorio Materano.

Da sottolineare, oltre all'abbondante quantità di pioggia caduta e al forte vento, anche un repentino aumento delle temperature, registrato nel corso di questa notte. I valori, infatti, sono ritornati sopra la media questa mattina (intorno ai 15-20°C) dopo che ieri sera avevano sfiorato gli 11°C.

Per ciò che riguarda la pioggia caduta, le precipitazioni si sono divise in due fasi:

  • Una iniziata nel pomeriggio, intorno alle 13, quando sono cadute le prime piccole gocce di pioggia, e conclusasi alle 21, con una tregua di qualche ora.In questa primo passaggio, più incisivo e produttivo, la pioggia è caduta in maniera costante dal primo pomeriggio, accumulando, in totale, 20mm di pioggia.

    All'alternarsi di intensità più forti o più deboli, si è poi presentata, nella parte più alta della città, una volta tramontato il sole, la nebbia, che ha fatto da cornice fino a questa mattina. 

    Il vento ha raggiunto, in questa fase, forti raffiche, fino a 65km/h.
     
  • Un'altra iniziata poco prima delle 3 di notte, e conclusa un'ora dopo.

    Nel secondo passaggio, invece, un ultimo rovescio ha accompagnato il ciclone che ci ha interessato, verso le regioni orientali dell'Europa, scaricando ulteriori 3.5mm di pioggia
Attualmente, la perturbazione numero 7 è al largo della costa greca ed è destinata a scomparire, mentre la Penisola Italiana e, più nello specifico, la costa Adriatica meridionale, può godersi altri 2 giorni di sole.