loading

Nuova rinfrescata entro fine mese? L'inverno non molla

La terza settimana del mese di Marzo, è iniziata all'insegna del tempo più buono, dopo la risalita termica e le deboli piogge di Domenica Sera. Il caldo sembra incalzare e già iniziano a vedersi meno i pesanti cappotti invernali che tanto spopolavano fino a qualche giorno fa. Tuttavia, domani e dopodomani, come detto nelle Previsioni Periodiche, il tempo peggiorerà e le temperature subiranno un lieve calo ed in più, entro fine mese, tra circa 6-7 giorni, le correnti artiche si riaffacceranno verso l'Europa e l'Italia.

PERCHE CONTINUA A FARE FREDDO?

Per chi segue con una certa frequenza i nostri aggiornamenti a Lungo Termine, probabilmente sa che  una delle condizioni necessarie per far si che il freddo si sposti verso le latitudini più basse della Terra (fin sul Mediterraneo, ad esempio), c'è bisogno che il Vortice Polare, enorme area di bassa pressione che stanzia generalmente intorno al Polo Nord, sia parecchio disturbato e, cioè, sia rimpiazzato da un'Anticiclone al Polo. Ciò costringe il freddo trasportato dal Vortice, di scorrazzare per latitudini più basse di quella polare e quindi aumenta le probabilità di irruzioni fredde. Ecco, in questo momento, al Polo Nord c'è un solido Anticiclone e il Vortice Polare è disturbatissimo, tanto da essere diviso in 4 parti (VP1, VP2, VP3 e VP4) e finché sarà così, la Primavera avrà seri problemi ad incominciare del tutto.

EVOLUZIONE DELLA PRESSIONE

L'artico ritornerà in Italia in maniera molto più lieve di quanto accaduto qualche giorno fa. La durata e la potenza dell'irruzione sono tutte da stabilire e, in verità, lo stesso arrivo di aria più fredda non è per niente scontato. Tuttavia, in generale, si può dire che tra il 25 ed il 31 del mese si vivrà una fase perturbata fresca. Le cause specifiche sono due: un'Anticiclone con centro tra Scandinavia e Europa Centrale, ed una Bassa Pressione che andrà ad approfondirsi tra l'Atlantico Centrale e il Mar Ionio. Tutto finirà nel creare un tunnel perfetto per l'aria fredda che scenderà dalla Scandinavia per buttarsi verso l'Europa dell'Est e le adriatiche italiane.

UNA SOLA CERTEZZA: PIOGGIA

Come detto, andrà a scavarsi una Bassa Pressione che si butterà dall'Atlantico verso il Mediterraneo. La formazione di tale depressione è ormai certa e causerà l'inizio di un periodo di 1-2 giorni, intorno al 25-26 Marzo, più perturbato del solito. 

MORALE DELLA FAVOLA

Bisognerà ancora attendere qualche giorno per capire esattamente a cosa stiamo andando incontro. La cosa certa è che chi si aspettava, dopo l'ultima passata fredda, un esplosione di caldo e sole, dovrà ricredersi. Non saranno scenari invernali quelli che ci accompagneranno a breve, ma sicuramente si tratterà di qualcosa che non ha nulla a che vedere con la primavera.

Lungo Termine

19 marzo 2013